CONTO TERMICO 2.0
Apr
13
CONTO TERMICO 2.0

CONTO TERMICO 2.0 per l'efficienza energetica e l'uso delle fonti rinnovabili negli edifici esistenti

RIFERIMENTO LEGISLATIVO:D.M. 16/02/16.
VALIDITÀ: a partire dal 31 maggio 2016.

N.B. È stato finalmente pubblicato il Catalogo apparecchi domestici!
 

Il CONTO TERMICO 2.0 di cui al Decreto 16 febbraio 2016 incentiva gli interventi per l'incremento dell'efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili, realizzati dai soggetti privati (persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito di impresa o di reddito agrario) e dalla Pubblica Amministrazione in edifici esistenti.
Questa nuova versione privilegia i "piccoli interventi", che potranno beneficiare di una procedura semplificata per gli apparecchi elencati in un apposito catalogo; prevede, inoltre, l'inventivazione di nuove tipologie di intervento. 


Gli interventi incentivati sono diversificati a seconda dei soggetti beneficiari.

La sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con caldaie a condensazione ricade fra gli interventi per sole PA.

Fra gli interventi per PA e soggetti privati, invece, sono previsti i seguenti:

  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di pompe di calore,elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con sistemi ibridi a pompa di calore, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione (assemblati in fabbrica o factory made),
  • sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore,
  • installazione di collettori solari termici, anche abbinati a sistemi di solar cooling.


I pagamenti delle spese relative all'intervento incentivabile devono essere effettuati, come sempre, tramite bonifico parlante (che nella causale richiamerà il D.M. 16/02/16); il Conto termico 2.0 ammette la possibilità di utilizzare, per spese sostenute in un unico pagamento e fino a 5.000 €, la carta di credito.

Gli incentivi per le varie tipologie di intervento, calcolati seguendo le indicazioni del D.M. 16/02/16, sono corrisposti in rate annuali costanti per 2 o 5 anni a seconda dell'intervento.
L'incentivo è corrisposto in 2 rate per interventi d’installazione di generatori fino a 35 kW collettori solari termici di superficie solare lorda fino a 50 m2; per importi fino a 5.000 €, però, è prevista l'erogazione del contributo in un'unica soluzione.

Gli importi dell'incentivo sono erogati:

  • entro i 30 giorni successivi al bimestre in cui ricade la data di accettazione della scheda-contratto,
  • al netto del corrispettivo per la copertura dei costi sostenuti per lo svolgimento delle attività d'istruttoria GSE (pari all’1% del valore del contributo totale spettante, fino ad un max di 150 €).


Modalità di accesso all'incentivo per interventi di piccole dimensioni: i soggetti privati adottano l'accesso diretto ovvero l'inserimento, entro 60 giorni da fine lavori, della "scheda-domanda" sul ‘Portaltermico' (già attivo dal 31/05/16 per tale modalità).

N.B. Per accedere al Portaltermico ed avviare la procedura di accesso diretto il Soggetto Responsabile – ovvero il soggetto che ha sostenuto le spese per l’esecuzione degli interventi e che ha diritto all’incentivo e stipula il contratto con il GSE – deve, innanzitutto, registrarsi sul portale nella sezione Area clienti: https://applicazioni.gse.it/GWA_UI/.
È possibile avvalersi anche di un Soggetto Delegato, ovvero di una persona fisica o giuridica che opera – tramite delega – per nome e per conto del SR sul portale GSE; tale ruolo può essere rivestito dal tecnico abilitato (come per la Detrazione 65%, s’intende il progettista iscritto a specifici ordini e collegi professionali).

Guide istituzionali

All'indirizzo https://www.gse.it/servizi-per-te/efficienza-energetica/conto-termico è possibile visionare/scaricare:

- Decreto 16/02/2016

- Regole applicative GSE

- Catalogo apparecchi domestici GSE

- Modulistica

0 Comments