Impianti a pannelli solari termici

L'energia solare raffigura da sempre la fonte rinnovabile per eccellenza

Ecologia e rispetto per l'ambiente

impianto solare termicoL'energia solare raffigura da sempre la fonte rinnovabile per eccellenza, oggi è diventata anche il simbolo di un modo diverso di concepire l'energia e lo sviluppo economico.

Il Sole è la principale fonte energetica per il nostro pianeta. Oggi tuttavia, la continua richiesta di energia non è conciliabile con la disponibilità naturale dell’ecosistema Terra - atmosfera - risorse. È importante quindi, nel più breve tempo possibile, adottare provvedimenti concreti verso le energie oggi definite alternative.

Oggi l’energia solare è l’energia rinnovabile più a portata di mano e con le tecnologie messe a disposizione da ecosuntek è possibile captare e utilizzare in tempo reale questa enorme ed inesauribile sorgente di energia.

Perché dobbiamo indirizzare in nostro interesse verso l’utilizzo dell’energia solare?

  • Il sole è una fonte di energia inesauribile, almeno per le nostre prospettive temporali
  • l’energia solare è distribuita in maniera abbastanza uniforme sul pianeta rispetto a tutte le altre attuali fonti energetiche
  • l’energia solare che colpisce la Terra è 15.000 volte superiore al fabbisogno energetico mondiale
  • l’energia solare che colpisce in un anno una superficie di poco meno di 2 m2 di suolo (Italia Centrale) equivale ai consumi elettrici annuali di una famiglia media (circa 3.000 kWh)

Tecnologia

Sfrutta l'energia del sole per produrre acqua calda e integrare il riscaldamento della tua casa in modo autonomo ed economico.

Un impianto solare termico consente di trasformare direttamente l’energia solare incidente sulla superficie terreste in energia termica, senza nessuna emissione inquinante e con un risparmio economico delle fonti energetiche tradizionali (energia elettrica o combustibili fossili) importante. L’energia termica così generata viene raccolta in genere sotto forma di acqua calda.

Il Sole sprigiona energia nello spazio con una potenza di emissione enorme, che arriva ai confini della nostra atmosfera con un flusso pari a 1353 W/mq. Guardando la mappa di irradiazione solare annua(PVGIS) possiamo vedere che in Italia sulla fascia con 1200 kWh/m2/ anno, quindi al nord, occorrono solo 2,8 mq di superficie per scaldare un bollitore da 200 litri di acqua, da 15 °C a 55°C in un ora.

L’impianto solare termico è costituito:

  • uno o più collettori che cedono il calore del sole al fluido
  • un serbatoio di accumulo del fluido

Le tipologie di pannelli solari termici più diffusi sul mercato sono principalmente due:

  • i pannelli piani vetrati
  • i pannelli sottovuoto

Gli impianti solari termici a loro volta sono suddivisi in 2 tipologie:

  • a circolazione naturale
  • a circolazione forzata

Pannelli piani vetrati

I pannelli piani vetrati sono costituiti da una piastra metallica posta all'interno di un involucro isolato termicamente, ricoperto anteriormente da una superficie vetrata. La radiazione solare attraversa la superficie vetrata ed è assorbita dalla piastra metallica che si riscalda. Il vetro è utilizzato perché impedisce alla radiazione riflessa dalla piastra di essere dispersa nell'ambiente, realizzando quello che viene definito "effetto serra". Sul retro della piastra metallica sono saldati i tubi in cui circola il liquido che trasferisce il calore dal pannello al serbatoio di accumulo.

Questi pannelli hanno un buon rapporto costi/benefici e un buon rendimento termico in applicazioni in cui le temperature richieste non sono molto elevate, ad esempio per la produzione di acqua calda sanitaria, per il riscaldamento degli ambienti con elementi radianti a pavimento o per il riscaldamento delle piscine.

Di seguito trattiamo quelli più diffusi.

Pannelli sottovuoto

I pannelli sottovuoto sono caratterizzati da condotti di vetro posti sottovuoto, al cui interno sono posizionate le tubazioni che, assorbendo la radiazione solare, riscaldano il liquido in circolazione. I pannelli sottovuoto sono di più complessa e costosa realizzazione rispetto ai pannelli piani. Allo stesso tempo però hanno un elevato rendimento grazie alle basse dispersioni di energia ottenute con l'impiego dei condotti sottovuoto. Il loro impiego si presta particolarmente per località a bassa insolazione oppure per applicazioni in cui si richiedono elevate temperature (come per esempio il riscaldamento attraverso radiatori o la produzione di vapore).

Circolazione forzata

Con la circolazione forzata il pannello solare viene collegato al bollitore, posizionato in un vano tecnico, per mezzo di tubazioni.
La circolazione del fluido vettore avviene con l'ausilio di pompe elettriche gestite da una centralina di comando.
Questo sistema è ideale, oltre che alla produzione di acqua calda sanitaria, anche per l'assistenza alla produzione di acqua per il riscaldamento degli ambienti. Con questo sistema il serbatoio di accumulo possiamo installarlo anche a parecchi metri di distanza, in un locale tecnico o comunque in posizione verticale, favorendo così la stratificazione dell’acqua per un prelievo sanitario fino all’ultima goccia.
Naturalmente si tratta di un impianto più complesso che oltre ai soliti collettori ed al serbatoio di accumulo ha bisogno per il suo funzionamento di una pompa di circolazione, un vaso di espansione ed una centralina di comando che tramite sensori di temperatura riesce a gestire il sistema.

I vantaggi della tecnologia a circolazione forzata

  • Assoluta indipendenza energetica per quasi tutto l'anno
  • Basso contenuto energetico di integrazione durante il periodo più freddo
  • Alta efficienza grazie al serbatoio verticale (si evitano miscelazioni di acqua fredda e calda)
  • Posizionamento del serbatoio all’interno dell’abitazione (minimizzazione dell’impatto visivo del sistema)

Vantaggi

Nove buoni motivi per installare un impianto solare termico

  1. Riduci i costi della bolletta del gas, risparmiando sino al 50% 70% di energia per la produzione di ACS;
  2. Puoi beneficiare della detrazione fiscale 65% per le spese sostenute per l’installazione (detrazione fiscale);
  3. Aumenti il valore dell’abitazione;
  4. Migliori la classe energetica della casa;
  5. Possibilità di integrazione con l’impianto esistente;
  6. Sono adatti per ogni tipo di tetto e tipologia di edificio;
  7. Contribuisci ad allungare la durata di vita della caldaia;
  8. Massima resa in minima manutenzione;
  9. Migliori l’ambiente in cui vivi: contribuisci a ridurre l’uso dei combustibili fossili e la produzione di CO2.

 

0 Comments